Innamorarsi rapidamente a Parigi

foto di Robert Doisneau
foto di Robert Doisneau

Vi è mai capitato di essere attratte/i da una persona appena vista?

Chiamato comunemente “Colpo di Fulmine”, questa sensazione si appoggia su alcuni fattori che sono piaciuti all’istante a chi decide di “innamorarsi velocemente”.

Fattori incriminati:

  • L’aspetto esteriore ed alcuni connotati particolari(es: finalmente un ragazzo moro con i capelli ricci,proprio come piace a me..).
  • L’abbigliamento (es: ecco qualcuno che indossa il tipo di scarpe che dovrebbe avere il mio lui /o la mia lei).
  • L’attività in cui questa ipotetica persona è coinvolta (es. caspita sta leggendo il mio libro preferito, credevo di essere l’unica ad averlo comprato; è seduto al bar con gente che sta ridendo tantissimo, di sicuro sarà una persona allegra; fa jogging ed io adoro le persone sportive).
  • Movimenti e gestualità (es. come cammina bene; è affascinante quando si sposta i capelli).

Tutto ciò può avvenire ovunque, e a Parigi, la città degli innamorati, la città incantata, tutto ciò avviene stranamente anche sotto terra.

Le varie linee della metropolitana di Parigi, sono lo sfondo di molti amori nati un pò per caso, anche solo grazie a pochi sguardi.

Nel sito del giornale La Repubblica si trova il seguente articolo che descrive come la metropolitana parigina sia diventata il regno dei colpi di fulmine:

L’articolo de La Repubblica lo trovate qui.

Mentre il sito francese con i messaggi trovati in giro per Parigi è paribulle.com

Annunci

Per chi ama Parigi ed è lontano…

paris-je-taime-21
.. ecco una lista di film per rifarsi gli occhi:

-“due giorni a Parigi” (2007) regia: Julie Delpy ; descrizione: due fidanzati, lei parigina, lui americano, che vivono a New York, passano due giorni a Parigi dopo una vacanza a Venezia. Da notare i fantastici dialoghi della Delpy che confermano alcuni dei luoghi comuni sul carattere dei francesi.

-“Paris je t’aime” (2006) regia: vari registi internazionali ; descrizione: 20 episodi raccontano l’amore attraverso gli Arrondissements della capitale francese.

-“The Dreamers” (2003) regia: Bernardo Bertolucci ; descrizione:siamo nella Parigi del’68 , una sorella ed un fratello più un ragazzo americano, in un appartamento libero per l’assenza dei genitori dei due fratelli, passano dalle passioni sessuali a quelle per la letteratura ed il cinema con molta facilità.

-“L’Odio” (1995) regia: Mathieu Kassovitz ; descrizione: ottimo spaccato sulle tensioni sociali e raziali nella Francia delle Banlieu parigine.Ancora oggi il film risulta attuale.

-“Ultimo tango a Parigi” (1972) regia: Bernardo Bertolucci ; descrizione: passioni sfrenate in un appartamento da fittare tra una ragazza parigina in procinto di sposarsi ed un americano di mezza età. Cult da vedere.

inoltre è doveroso citare altri film girati e/o ambiantati a Parigi:

Casco d’oro, gli amanti del Pont Neuf, frantic, fino all’ultimo respiro, il favoloso mondo di Amélie, Nanà, Paris qui dort, e buona parte della trilogia dei colori(blu-bianco-rosso).

Pensando Parigi

paris je t aime
La mia passione fin troppo esagerata per Parigi, mi ha spinta ad iniziare questo blog un pò per scherzo e un pò per incanalare e conservare tutte le informazioni utili che giorno dopo giorno sto scoprendo sulla città dei miei sogni.

Sarò una reporter a distanza, ma cercherò di fare al meglio il mio lavoro, ovviamente qualcosa sarà perso, non abitando a Parigi, ma in Italia, quella “magia” del vivere nel posto descritto non sarà presente, ma questo non mi scoraggia, anzi mi stimola ancora di più.

Presto Parigi su queste pagine