Arriva il Drunch!

Drunch!
Signore e Signori, ecco che arriva l’ultima trovata (forse neanche tanto commerciale) che dagli Stati Uniti passa dritta dritta per Parigi: Il Drunch.
Adattato dai francesi in Slunch con la s iniziale rubata da souper(cenare),è il fratello maggiore del classico brunch domenicale.
La differenza? si inizia alle 17-18 e si conclude massimo alle 23.
L’idea del Drunch è quella di:
– non passare il primo pomeriggio (soprattutto quello invernale in cui fa buio presto) chiusi in un cafè, o a casa di amici, permettendo soprattutto a chi si sveglia tardi di non essere subito catapultati al chiuso.
– per chi torna da un week-end, riuscire a raggiungere gli amici ovunque essi si trovino.
– incontrarsi in un momento della domenica solitamente morto.
– passare del tempo in compagnia senza fare tardi (il lunedì mattina tutti a lavorare), permettendo quindi di andare a letto presto e sentirsi riposati il giorno dopo.
Le pietanze sono simili al brunch, vista l’ora, non mancano le persone che adorano iniziare col dolce per passare al salato, e viceversa.

Giampiero Martinotti corrispondente de “la Repubbilca” nell’ articolo su repubblica.it scrive:
“Il principio di base è la convivialità : il drunch è informale e non deve dare troppo lavoro ai padroni di casa. Ed è buona regola che ognuno porti qualcosa, come si fa nelle cene tra giovani(…). Secondo gli specialisti, il drunch va bene soprattutto in tempo di crisi, perché costa poco. Ciò non toglie che si debba stare attenti all’etichetta: “I piatti possono anche essere spaiati, a patto che abbiano uno stile”, spiegano le riviste di moda.”

Annunci

7 thoughts on “Arriva il Drunch!

  1. Bella questa idea!!
    Non vedo l’ora di farla mia nella prossima città che mi aspetta (e che presto sapremo qual è…)

    Besos

  2. ecco ho scoperto come si chiama.
    noi la chiamavamo merenda sostanziosa o aperitivo sostenuto, ma alla fine il concetto è quello del drunch
    ciao alessia

  3. Per Alessia: Si, in effetti potevano anche trovare un nome diverso piuttosto che modificare la parola brunch già modificata di suo!
    Comunque…basta mangiare 😉

    Per Giuseppe: ed io non vedo l’ora di raggiungerti!

    Saluti!
    🙂

  4. Peccato che qui in italia non ce ne siano!!!
    Sarebbe bello importare sia i libri che lo Slunch stesso… ma già al centro-sud è difficile far attecchire l’happy hour che al nord va alla grande..figuriamoci lo slunch..bah..comunque rimango fiduciosa :P!

  5. Ma che avrebbero inventato?L’aperitivo?…e ti fanno pagare pure un sacco di soldi da quanto leggo nell’articolo. Sinceramente ancora non mi è capitato di vederlo a Parigi, andrò alla ricerca.
    P.S.: ti ho aggiunta hai miei link parigini e non 😉

  6. Si ma infatti, vogliono dare ad ogni cosa un nome..cercando di utilizzare sempre la stessa parola!
    In effetti i prezzi dei ristoranti sono molto cari, mentre invece l’idea di farlo a casa con gli amici, magari può risultare più interessante!
    Sei troppo gentile, ovviamente ora che hai ripreso a riscrivere sul tuo blog ti linko anche io…(ero preoccupata che avessi deciso di non scriverci più )
    Baci 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...